PROGETTO 2015

 

PORTA VENEZIA IN DESIGN 2015

E’ il circuito fuori salone di Milano che unisce design e arte all’architettura Liberty oltre al percorso food&wine

 

quando | fuori salone, 14/19 aprile 2015

dove | Milano, Porta Venezia      MM1 Porta Venezia / Passante Ferroviario Porta Venezia / Tram 23, 29, 30

info point | Casello Ovest_Corso Venezia 63_pian terreno (ingresso lato Piazza Oberdan)

press point | c/o Jannelli&Volpi_Via Melzo 7

Follow us! #PVID2015 | FACEBOOK Porta Venezia in Design | TWITTER @pvindesign_mi | INSTAGRAM porta_venezia_in_design 

Porta Venezia in Design | Liberty, il circuito fuori salone che abbina la contemporaneità del Design e dell’arte all’eredità architettonica e decorativa dello stile Liberty - di cui è particolarmente ricca questa zona della città - per renderla maggiormente nota ai cittadini e agli ospiti stranieri che visitano Milano durante la design week. Sono alcuni i tour Liberty - gratuiti e su prenotazione -  organizzati in collaborazione con FAI-Fondo Ambiente Italiano, che si riconferma nostro fondamentale partner.

Un circuito ‘a tre’: showroom, negozi e aziende che espongono le novità di design e arte, il focus culturale sul Liberty e il percorso food&wine. Tematica, quest’anno, ancor più di attualità in occasione di Expo, che trova spazio in alcuni selezionati locali e ristoranti, con la creazione di menu ideati per il fuori salone, ma che ospitano anche mostre di arte e contenuti legati al food-design.

Interessanti le novità nella zona, che sta subendo una importante trasformazione negli ultimi anni, con ingressi di realtà legate al mondo dell’architettura e progettazione 3D - come Principioattivo, in Via Melzo e la collettiva in Via Spontini - legate al design del gioiello - Anthozoa, in via Malpighi e Isabelle Cochrane in Via Maiocchi - o ancora Vittorio Bonacina e Marco Beretta Photographs in via Melzo e la Libreria Popolare in Via Tadino. E, nel mondo food: entrano nel circuito l’enoteca Vino al Vino di via Spontini con il Menu Glocal per l’occasione e l’allestimento “Città im-mobile” a cura del giovane artista milanese Alessandro Torri, La Toscana di Tony in Piazza Lavater da meno di un anno, Mantra primo ristorante raw vegan in Italia e Casa Mia.

Si riconfermano, tra le altre, alcune presenze ‘design’ ormai fisse nel circuito: Alpi, Archimade, Brompton Junction Milano, Lisa Corti, Jannelli&Volpi e Sotheby’s.

Il circuito: l’idea. Il design come link tra le varie presenze del circuito di Porta Venezia. Design come ‘creatività’ applicata a tutti i settori. La collaborazione tra varie realtà - commerciali, culturali - che vivono il territorio e hanno favorevolmente accolto il progetto.

Dove. Milano, in un quartiere storico, denso per la forte traccia architettonica lasciata dallo stile liberty (la belle époque), una zona centrale, che vanta importanti punti legati a design, arte, architettura e cultura. Un’area che offre, ormai da alcuni anni, singoli progetti espositivi che attirano l’attenzione di pubblico e addetti del settore. Ospita importanti aziende del settore design/arredo, location, studi di professionisti, palazzi d’epoca e monumenti storici, gallerie d’arte e centri culturali. Gli eventi design/arte vengono comunicati insieme al percorso Liberty, che include i principali edifici di questo periodo.

I rapporti istituzionali con la città

Porta Venezia in Design si avvale ancora del patrocinio del Comune di Milano, rafforzando la comunicazione del circuito, come evento rilevante per la città di Milano, durante la settimana del design. Per l’edizione 2015, siamo parte della mappa generale che evidenzia i principali distretti ed eventi fuori salone, ideata dal Comune di Milano (by Brand Milano) e distribuita negli info-point dei rispettivi eventi/distretti, oltre che in alcuni punti strategici della città. E fa parte del Comitato ‘Milano Fuori Salone’, nato per la tutela e comunicazione corale degli eventi fuori salone, che si concretizza con la pubblicazione dei contenuti - in pagine dedicate - sulla piattaforma fuorisalone.it.

Le collaborazioni museali e culturali in zona

Si instaura un nuovo rapporto con alcune importanti realtà museali e culturali nella zona di Porta Venezia. Tra queste, le collaborazione con Spazio Oberdan con Fratelli Alinari Fondazione per la Storia della Fotografia per la Mostra ‘Robert Capa in Italia. 1943-44’, che racconta gli anni della seconda guerra mondiale in Italia, visti con gli occhi del grande fotoreporter di guerra; con Spazio Oberdan che ospita nel foyer la Mostra Grandesignetico for food  - Tracce di Cibo, a cura dell’Associazione Culturale Plana e Città Metropolitana di Milano.

E con gli organizzatori della mostra FOOD - La scienza dai semi al piatto, promossa e prodotta dal Comune di Milano - Cultura, Museo di Storia Naturale Milano,  Codice. Idee per la cultura, 24 ORE Cultura - Gruppo 24 Ore, nelle sale del Museo di Storia Naturale.

Con Casa Museo Boschi Di Stefano, che espone - nei locali abitati in vita dai coniugi Antonio Boschi (1896-1988) e Marieda Di Stefano (1901-1968) - una selezione di circa trecento delle oltre duemila opere della loro collezione, donata al Comune di Milano nel 1974. Collezione che rappresenta una straordinaria testimonianza della storia dell’arte italiana del XX secolo - comprendente pitture, sculture e disegni - dal primo decennio del Novecento alla fine degli anni Sessanta.

E, in ultimo, con Casa Museo Spazio Tadini, spazio espositivo che conserva ancora in un alcune delle sale lo studio del pittore e scrittore milanese Emilio Tadini a cui è stata dedicata l’associazione. Per il fuori salone ospita l’esposizione 'Design in fibra di carbonio: l’evoluzione dei materiali' e l’arte al silicone di Luca Moretto.

Una nuova presenza è rappresentata da ‘Il Crepaccio’, con la sua vetrina per artisti emergenti - ospitata dal ristorante Il Carpaccio - che, per il fuori salone, viene prestata a un progetto di design con la presenza di giovani designer italiani e internazionali.

Le visite gratuite in ‘zona’, durante il nostro circuito fuori salone

(info e modalità di prenotazione, nelle schede dedicate, a fine comunicato)

Porta Venezia in Design, per l’edizione 2015 aggiunge la possibilità - per alcuni visitatori del circuito - di visitare questi luoghi gratuitamente: allo Spazio Oberdan la Mostra ‘Robert Capa in Italia. 1943-44’, la visita guidata alla Casa Museo Boschi Di Stefano, Via G. Jan 15.

Per i bambini (di età della scuola primaria) la visita alla Mostra FOOD con percorso guidato a ‘Food. Cibo in trasformazione’ che, a partire dalle caratteristiche nutrizionali dei vari semi, in maniera coinvolgente, mostra i processi che portano alla loro affascinante trasformazione in cibi prelibati.

Si riconferma la collaborazione con FAI-Fondo Ambiente Italiano, che guida i tour gratuiti dell’eredità Liberty a una selezione di 15 edifici nell’area di Porta Venezia, il 17 e 18 aprile. Cui si aggiungono le visite in bici, in collaborazione con Brompton Junction Milano, il 18 e 19 aprile.

I partner

L’INFO POINT, snodo del circuito, si animerà grazie alla collaborazione di diversi partner. Nell’area centrale, arredano lo spazio i complementi e gli accessori di Essent’ial (che produce anche gli elementi table-set dei luoghi food&wine).

E, in mostra, 10 macchinine decorate da altrettanti illustratori, create per il progetto TobeUs di Matteo Ragni, dall’idea ‘To be Used’ di usare, “consumare” e personalizzare le macchinine.

Al centro della sala lounge, la caffetteria con la rinnovata collaborazione di Mogi Caffè con le sue miscele pregiate, oltre la degustazione di miv Cioccolaterie che offrirà ai visitatori squisite delizie al cioccolato. Inoltre, nelle giornate di sabato 18 e domenica 19 aprile, Mantra Raw Vegan proporrà assaggi dei suoi succhi spremuti a freddo e degli snack rigorosamente crudisti.

Nell’area dedicata al kids-design, confinante con la lounge, alcune macchinine TobeUs ed elementi ideati insieme a Essent’ial arredano il luogo dove si tiene il  workshop TobeUs per bambini (5/10 anni) ‘designer per un giorno con TobeUs’: sabato 18 aprile, alle ore 11 - con breakfast alle ore 10 (max. 15 bambini).

E’ Spazio* a proporre tre laboratori tematici - a cura di Elisa Massoni e Federica Pascotto - per bambini dai 6 ai 12 anni: sabato 18 aprile, ore 15 e 17 e domenica 19 aprile, ore 15 (max. 15 bambini).

* una rivista gratuita per bambini. Artisti, designer, illustratori, scrittori, fotografi collaborano per fare SPAZIO. Perché se sei bambino ti meriti belle parole e belle immagini. E, se sei adulto, anche.

Il workshop TobeUs e i laboratori SPAZIO sono prenotabili a: info@portaveneziaindesign.com

Design Communication è a cura di LaboMint (sito, segnaletica, mappa, press kit) e produzione a cura di PixartPrinting, che si occupa della stampa di tutti gli strumenti di comunicazione del circuito (banner, mappa, segnaletica, cartoline ed elementi grafici di allestimento).

La comunicazione

Attività di ufficio stampa, social media, newsletter.

On line su portaveneziaindesign.com, il centro del circuito, da dove vengono veicolate le informazioni al pubblico.  La mappa (anche distribuita nei punti del circuito) del percorso design/arte, Liberty e food&wine e una guida-book del percorso Liberty si potranno scaricare dal sitoI giornalisti, previa registrazione, hanno accesso all’area stampa da dove scaricare il materiale di evento e protagonisti di Porta Venezia in Design.

Chi c’è dietro al progetto

Il fuori salone ‘Porta Venezia in Design - Liberty’, quest’anno alla sua terza edizione ufficiale, si amplia dal 2015 grazie al supporto di Maria Chiara Salvanelli che, insieme a Nicoletta Murialdo, diventa parte organizzativa del progetto.

Milano è una bellezza nascosta. Lo penso e dico da anni e, chi mi conosce, lo sa. Da sempre cerco di difendere la ‘mia’ città. Chi non è curioso o non ha avuto l’occasione di entrare nei palazzi, nei giardini nascosti, di girare e farsi raccontare da chi sa.. non conosce Milano e continua a sostenere che non sia ‘bella’. Probabilmente, in apparenza è così: meno di tante città che, la bellezza, te la sbattono in faccia. Ma è proprio questo il fascino di Milano: bellezze da ricercare. A volte celata, come l’Albergo Diurno Venezia che nasconde un’eredità Liberty incredibilmente affascinante, a volte concessa come, ad esempio, da Cortili Aperti che apre ai milanesi ogni anno a primavera con angoli, cortili, giardini e parchi all’interno di palazzi privati. Una meraviglia, da non crederci. Il patrimonio è grande ed è a noi vicino come lo sono le case, i palazzi, i cortili di questa Porta Venezia che ha fatto del Liberty la sua identità discreta ed elegante e che dialoga ed evolve con la città in continua trasformazione.                                                                nm.